Premio Bilancio di Sostenibilità 2024

La sostenibilità nelle sue diverse declinazioni non è (più) un optional. Per nessuno.

Cos'è il Premio Bilancio di Sostenibilità?

Il Premio Bilancio di Sostenibilità è il riconoscimento alle aziende e alle organizzazioni presenti sul territorio nazionale che meglio sanno rendicontare e comunicare gli impegni e le iniziative realizzate in ambito non finanziario, in modo integrale e coerente con la recente evoluzione normativa per l’attuazione della transizione sociale ed ecologica.
In questa terza edizione saranno prese in esame tutte le tipologie di rendicontazione non finanziaria ufficiali, con un focus specifico sul bilancio di sostenibilità per le aziende e del bilancio sociale per gli Enti di Terzo Settore.
Questi sono strumenti che devono superare il mero adempimento normativo ed essere sempre capaci di comunicare con trasparenza, chiarezza ed efficacia la strategia di sostenibilità integrale ESG (ambientale, sociale e di governance) realizzata e il coinvolgimento dei propri stakeholder.
L’iniziativa è promossa da Corriere della Sera Buone Notizie in collaborazione con il partner tecnico NeXt Nuova Economia per Tutti APS ETS. Il percorso per arrivare al conferimento dei Premi è articolato in un momento preliminare di analisi dei documenti principali in materia di rendicontazione non finanziaria.

Tempi e modalità di partecipazione

Candidature chiuse

È aperta una call pubblica dal 21 Novembre 2023 fino al 23 Febbraio 2024
(termine ultimo per le candidature).

Imprese e organizzazioni possono candidarsi compilando il modulo in fondo a questa pagina.

Dopo l'accettazione della candidatura saranno richiesti i seguenti documenti:
• Bilancio di sostenibilità (o analogo) per le aziende, relativo all’annualità 2022;
• Bilancio sociale per gli enti di Terzo Settore, relativo all’annualità 2022;
• Numero di dipendenti
• Fatturato degli ultimi tre anni

Aree e temi dell'analisi

Criteri ambientali

• Tracciabilità della catena di fornitura
• Selezione dei fornitori secondo criteri di sostenibilità sociale ed ambientale
• Monitoraggio di emissioni di CO2 e gas climalteranti
• Energia da fonti rinnovabili
• Iniziative di educazione ambientale
• Utilizzo delle risorse non rinnovabili
• Gestione dei rifiuti
• Inquinamento dell'acqua
• Inquinamento del suolo
• Sostenibilità degli input della produzione

Criteri sociali

• Equità retributiva
• Benessere aziendale e work life balance
• Parità di genere
• Forme di dialogo con la rappresentanza sindacale
• Formazione permanente
• Gestione e risoluzione dei reclami
• Soddisfazione dei clienti
• Partecipazione, supporto e/o promozione alle politiche di sviluppo del territorio
• Collaborazione con altre imprese o altri soggetti del territorio per realizzare la propria mission in una logica di rete
• Impatti socioeconomici dell'attività aziendale nel territorio di riferimento

Criteri di governance

• Ruolo e composizione del CDA e del management
• Cultura ed etica aziendale (inclusi i temi di illegalità e corruzione)
• Dialogo politico (Forme di Stakeholder engagement nella pianificazione aziendale)
• Relazioni d'impresa
• Control & risk management
• Partecipazione dei lavoratori alla gestione aziendale
• Controversie
• Trasparenza della provenienza del capitale, delle fonti di finanziamento e degli investimenti
• Informazione ai clienti sulla sostenibilità ambientale e sociale dei propri prodotti/servizi
• Open innovation con i giovani studenti