Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Tea Natura

risposte
53/60

motivazioni risposte
36/40

autovalutazione ottenuta
89

Percentuale di impegno BES

60%85%93%82%86%60%100%95%100%

Percentuale di impegno SDG

90%100%93%100%85%90%95%89%100%100%85%91%100%95%93%85%

Legenda BES e SDG’s

L’azienda e il governo dell’organizzazione
Povertà zeroUguaglianza di genereLavoro dignitoso e crescita economicaIndustria, innovazione e infrastrutturePace, giustizia e istituzioni forti
Vedi dettaglio
Trasparenza dei soci e della provenienza del capitale

5

Cultura e sistemi di contrasto all’illegalità e alla corruzione

4
Motivazione:utilizzo e soci di Banca Popolare Etica, evitate altre banche.
GRISO3, SO4, SO5, SO7, HR5, HR6

Strategia di direzione e gestione attenta ai diversi portatori d’interesse/stakeholder

3

Partecipazione e collaborazione dei lavoratori alle scelte strategiche dell’azienda

5
Motivazione:responsabilizzazione di ognuno allo svolgimento delle proprie mansioni nella libertà di organizzare al meglio il proprio ruolo.
GRILA10, LA11

Differenziale tra la retribuzione minima e massima all’interno dell’azienda

5
GRILA13, EC5

Le persone e l’ambiente di lavoro
Salute e benessereIstruzione di qualitàUguaglianza di genereLavoro dignitoso e crescita economicaRidurre le diseguaglianzePace, giustizia e istituzioni forti
Vedi dettaglio
Clima di lavoro collaborativo, partecipato e solidale

5
Motivazione:costituzione di un anbiente di lavoro piacevole, rispettoso ed esente da forme di stalking.
GRILA13, EC5 LA4, LA5

Rispetto della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori attraverso la remunerazione equa (in relazione a orario, funzioni svolte e responsabilità assegnate)

5
Motivazione:tutti i collaboratori sono a contratto indeterminato
GRILA1, LA2

Presenza di una rappresentanza organizzata delle lavoratrici e dei lavoratori

5
Motivazione:Riunioni mensili con i collaboratori interni.
GRIHR4

Sistema di conciliazione dei tempi di vita/lavoro (opportunità di genere, lavoro agile, ecc.)

5
Motivazione:massima libertà e rispetto dei lavoratori all’interno della azienda dove i tempi di lavoro vengono gestiti dai lavoratori stessi senza pressioni da parte della proprietà.

Sviluppo professionale dei lavoratori, tramite riconoscimento delle competenze e delle esperienze personali

3
Motivazione:gestione della crescita del gruppo piuttosto che del singolo.
GRILA10, LA11

I rapporti con i cittadini/consumatori
Salute e benessereIstruzione di qualitàConsumo e produzione responsabiliPace, giustizia e istituzioni forti
Vedi dettaglio
Strumenti di ascolto, dialogo e relazione con i clienti e/o consumatori finali, per comprendere e aumentare la loro soddisfazione, nel rispetto degli altri stakeholders (facilitando il dialogo anche attraverso i canali Web 2.0, i media tradizionali, ecc.)

5
Motivazione:una persona disponibile per chiarimenti, spiegazioni, dialogo.
GRIPR5

Informazione completa e documentata ai clienti sulla sostenibilità dei prodotti, con attenzione all’intera filiera di approvvigionamento, e dei processi produttivi

5
Motivazione:mediante sito web
GRIPR3

Valorizzazione dei clienti quale stimolo per l’innovazione (partnership con i clienti e co-progettazione di prodotti e servizi)

5
Motivazione:Gestione attenta dei feedback per migliorare prodotti e pakaging
GRIEN34, LA16, HR12, SO11, PR8

Modalità efficaci di gestione e risoluzione dei reclami, garantendo una adeguata gestione delle tempistiche di risposta e del grado di soddisfazione

4
Motivazione:Completa disponibilità al confronto ed alla risoluzione dei problemi.
GRIEN34, LA16, HR12, SO11, PR8

Per l’impresa B2B, controllo della correttezza delle destinazioni d’uso finale dei prodotti. Per l’impresa B2C, condivisione di informazioni, corrette ed esaustive, sulla sostenibilità socio-ambientale presenti nel packaging dei prodotti.

4
Motivazione:Ove possibile utilizziamo parte del packaging per stimolare alle buone pratiche (smaltimento corretto dei contenitori, limitazione di sprechi del prodotto)

La catena di fornitura
Povertà zeroSalute e benessereUguaglianza di genereAcqua pulita e igieneEnergia pulita e accessibileLavoro dignitoso e crescita economicaConsumo e produzione responsabili
Vedi dettaglio
Tracciabilità della catena di fornitura

4
Motivazione:Completamente tracciabile
GRIEN33, LA15, HR4, HR5, HR6, SO10

Attivazione di criteri e procedure, basati anche sulla sostenibilità socio-ambientale, relative alla scelta dei fornitori

4
Motivazione:Evitiamo fornitori che si rivelano poco etici nei confronti di dipendenti o del mercato stesso.

Adozione e applicazione di strumenti di monitoraggio del grado di applicazione dei criteri di sostenibilità sociale e ambientale da parte dei propri fornitori

3
Motivazione:Creiamo rapporti di fiducia con i nostri fornitori e cerchiamo di favorire la crescita degli stessi attraverso un rapporto costante e stimolate.

Patti equi e trasparenti per i pagamenti dei fornitori (ad es. contratti di lunga durata, prefinanziamento della produzione, non esclusività di contratto, formazione continua, ecc.)

5
Motivazione:Tutti i fornitori sono pagati anticipatamente o alla consegna dei prodotti venduti.

Rispetto dei principi dell’approvvigionamento equo e solidale per l’acquisto di prodotti grezzi o trasformati

5
Motivazione:Sosteniamo e controlliamo un progetto Equo-Solidale in India da cui acquistiamo incensi ed Hennè
GRIHR1

I comportamenti verso l’ambiente naturale
Istruzione di qualitàAcqua pulita e igieneEnergia pulita e accessibileCittà e comunità sostenibiliConsumo e produzione responsabiliAgire per il climaLa vita sott’acquaLa vita sulla terra
Vedi dettaglio
Misure di contrasto al cambiamento climatico, per ridurre le emissioni inquinanti e climalteranti

5
Motivazione:Evitiamo emissioni. Con il Ri-Detersivo abbiamo avviato un’importate progetto di riducono del CO2 immesso. Una tesi che si è avvalsa del metodo LCA dimostra che l’utilizzo di materie prime di seconda vita, già disponibili in loco porta ad una evidente decrescita del CO” risolvendo nel contempo anche il problema ambientale dovuto alla non buona gestione degli oli esausti.
GRIEN33, LA15, HR4, HR5, HR6, SO10

Approccio di economia circolare attraverso una corretta gestione degli imballi, scarti/rifiuti e riduzione delle materie prime utilizzate

5
Motivazione:Produzione e diffusione del “Ri-Detersivo”, il primo prodotto disponibile e di uso comune definibile da Economia Circolare. In azienda sono state attivate pratiche per un ottimale gestione differenziata dei rifiuti. Acquistata ed utilizzata macchina che trasforma i cartoni in eccesso in materiale di imballo per le spedizioni.
GRIEN1, EN2, EN22, EN23, EN24, EN25, EN26, EN28

Programmi di riduzione dei consumi energetici e approvvigionamento da fonti rinnovabili

5
Motivazione:utilizzo di sola energie green 100% da fonti energetiche rinnovabili
GRIEN3, EN4, EN5, EN6, EN7

Informazione promossa dall’azienda finalizzata all’educazione dei cittadini al rispetto dell’ambiente

5
Motivazione:Mediante il mercatino gestito dall’azienda stessa.
GRIPR3

Consumo responsabile delle risorse naturali, dell’acqua e della terra/suolo(ove previsto)

4
Motivazione:Il riutilizzo di oli esausti che riqualifichiamo come materia prima vergine ed utilizzabile porta ad un risparmio di utilizzo del terreno agricolo (doppio utilizzo di risorsa: prima olio, poi detersivo) riducendo le problematiche dovute alla dispersione degli oli nell’ambiente.
GRIEN8, EN9, EN10, EN11, EN12, EN13, EN14

I comportamenti verso la comunità locale
Povertà zeroSalute e benessereIstruzione di qualitàIndustria, innovazione e infrastruttureRidurre le diseguaglianzeCittà e comunità sostenibiliConsumo e produzione responsabili
Vedi dettaglio
Apertura e confronto, dell’attività aziendale e delle sue ricadute, con le comunità locali e i cittadini

4
Motivazione:Costante disponibilità per incontri conferenze di approfondimento sull’impatto delle azioni umane sull’ambiente.
GRISO1

Dialogo costante e azioni condivise con gli altri stakeholder del territorio (istituzioni locali, associazioni e altri portatori di interesse)

3
Motivazione:stimolo all’ amministrazione ad adottare forme di economia locale
GRISO1

Partecipazione e supporto alle politiche di sviluppo del territorio, anche attraverso progetti per la valorizzazione del patrimonio della comunità locale

5
Motivazione:TEANATURA è responsabile del Mercatino “L’Altromercatino” di prodotti Bio e di cultura contadina che si svolge ogni sabato mattina in un quartiere degradata e ad alta presenza di extracomunitari (quartiere degli Archi), che anche grazie all’evento ha moltiplicato il ritorno dei cittadini anconetani favorendo altresi nuove forme di relazione tra comunità.
GRIEC6

Promozione e incremento dell’occupazione stabile sul territorio

5
Motivazione:Gestione di un mercatino bio settimanale che coinvolge 24 produttori ed un quartiere depresso
GRIEC7, SO6

Collaborazione con altre imprese o soggetti del territorio per realizzare la propria mission in logica di rete

4
Motivazione:Rete con aziende marchigiane per la realizzazione di prodotti. Condivisione di macchinari
GRIEC9