Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
aipec
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
Banca Etica
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First Social Life
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
Opera Torinese del Murialdo
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

RADICI

Canvas Next

Il problema

Nel Lazio, secondo i dati, sono circa 10 mila le persone cieche e ipovedenti e altrettanti le persone sorde. Si tratta di un vasto pubblico che vuole fruire della cultura nelle sue diverse manifestazioni ma che spesso incontra barriere di ogni tipo: architettoniche, sensoriali e della comunicazione.
I progetti di inclusione sociale promossi dal Comune di Roma non sono però ancora sufficienti a sopperire alla richiesta del pubblico disabile. Una delle carenze maggiori è legata alla mancata valorizzazione e promozione di queste iniziative. Con Radici per l’accessibilità, e l’esperienza raccolta nel settore della cultura e del turismo “for all”, sarà possibile affiancare le istituzioni per coinvolgere attivamente la cittadinanza e le persone con disabilità.
Nel nostro progetto è prevista la creazione di supporti tattili per i visitatori non vedenti, audio-sensoriali per avvicinarsi attraverso la narrazione e le suggestioni musicali a un’opera d’arte, video tradotti nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), la realizzazione di visite guidate inclusive nei luoghi più prestigiosi ma anche nei siti di eccellenza nelle periferie, e la programmazione di corsi ed eventi di sensibilizzazione al tema della disabilità rivolti ad adulti e bambini.

Offerta di valore

Ci poniamo come mediatori culturali tra il mondo della disabilità e la cittadinanza grazie alla trasversalità delle nostre competenze:

– Agli Enti locali offriamo una gamma di servizi dedicati alle persone con disabilità sensoriale, motoria o cognitiva supportandoli nella progettazione e nella comunicazione, consentendo così di potenziare l’offerta alla cittadinanza.

– Alle imprese offriamo pacchetti di team building creati su misura. La metafora del buio diventa un’opportunità concreta di lavoro per accrescere la fiducia all’interno dei team e la capacità di problem solving dei dipendenti.

– Alle scuole offriamo formazione e sensibilizzazione al mondo delle disabilità attraverso laboratori e P.C.T.O. che coinvolgono gli alunni nella progettazione e realizzazione di percorsi turistici specializzati, cosi come strumenti didattici dedicati (tavole tattili, audio sensoriali, alfabetizzazione della lingua dei segni).

– Ai nostri soci, disabili e non, offriamo visite guidate accessibili e inclusive, corsi di sensibilizzazione ed eventi esperienziali come cene, mostre interattive e spettacoli al buio.

Secondo l’Agenda 2030 perseguiamo i seguenti punti:
4 – istruzione di qualità
5 – parità di genere
8 – lavoro dignitoso e crescita economica
10 -ridurre le disuguaglianze
16- pace, giustizia e istituzioni solide

Contabilità dell’innovazione

Il progetto ha una forte valenza sociale oltre che culturale. Mira a includere nel miglior modo possibile sfruttando i canali idonei per ciascuna disabilità e a rendere accessibile il patrimonio culturale. Ai fini ambientali è rispettoso del territorio in cui si muove e mira a valorizzarlo.