Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Fiba

Informazioni

Nome

First

Nome completo

FIBA Federazione It. Bancari Assicurativi CISL

Descrizione attività

Missione e oggetto sociale
Con 90mila iscritti, tra lavoratori delle banche, delle assicurazioni, della finanza, delle authorities, delle esattorie la Fiba Cisl è l’organizzazione sindacale italiana più rappresentativa nel settore finanziario.
La Fiba ha acquisito una grande esperienza con due priorità: aprire spazi di intervento e di negoziazione dentro la vita delle imprese e dare forza ai propri aderenti, venendo anche incontro alle loro esigenze con una articolata offerta di servizi.
La Fiba è interessata perciò ad allargare gli spazi di partecipazione negoziata dal sindacato con le imprese: coi contratti nazionali, con quelli aziendali e di gruppo, ma anche con Comitati bilaterali, Comitati aziendali europei, Fondi pensionistici e sanitari, Democrazia Economica e Governance multistakeholders.
La Fiba si richiama ai valori di sempre della Cisl: solidarietà e giustizia sociale, pluralismo e democrazia interna, autonomia da partiti e governi, non subalternità alle imprese, pragmatismo nelle soluzioni, ruolo della società civile nella vita del paese, privilegio della via negoziale su quella legislativa.

Persona di riferimento: dott. Giacinto Palladino.

Motivazioni
Carissimi amici di NeXt,

la nostra federazione è da molto tempo impegnata per indurre cambiamenti strutturali nel rapporto tra lavoro e impresa, tra lavoro e mercato; già nel 2004 abbiamo sottoscritto un “Protocollo sullo sviluppo sostenibile e compatibile del sistema bancario”, che ha contribuito ad immunizzare le nostre banche da una deriva speculativa verso la finanziarizzazione dell’economia e ha prodotto un’evoluzione positiva nelle relazioni sindacali.

Siamo stati promotori nel 2007 di un “Manifesto per la riforma dei mercati finanziari e per un’economia civile solidale”. Un lavoro fatto con gran parte della società civile organizzata italiana, una proposta che integra:
• da un lato la necessità – per noi vitale – di una partecipazione multistakeholders nei processi di cambiamento e di sviluppo democratico, da introdurre anche nei modelli di governance d’impresa;
• dall’altro l’urgenza di modificare radicalmente il paradigma strutturale di riferimento del sistema economico finanziario.

Riteniamo che dalla crisi non si esca con le soluzioni tampone, seppur valide, come quelle recentemente adottate dalla BCE; riteniamo che si debba riportare la finanza nella assoluta legalità, trasparenza e tracciabilità e che vadano contrastati i paradisi fiscali, le transazioni e i derivati OTC, il sistema bancario ombra, la speculazione.

Sosteniamo convintamente la Campagna Zerozerocinque per l’introduzione della tassa sulle transazioni finanziarie, affinché il gettito possa essere utilizzato soprattutto per obiettivi di cooperazione e sviluppo oltre che di contrasto ai cambiamenti climatici.

Siamo convinti dell’ opportunità di elaborare con NeXt la strategia per un nuovo modello di sviluppo e d’impresa, puntando alla disclosure, alla partecipazione multistakeholders, al voto con il portafoglio, all’azionariato attivo e critico.

Siamo convinti di poterlo fare partendo dalle imprese e dal loro coinvolgimento convinto in tale processo evolutivo, capace di restituire maggior valore e positiva reputazione in correlazione alla scelta di responsabilità sociale praticata.
Ne siamo convinti e sosterremo nella contrattazione le aziende che si vorranno impegnare strutturalmente, in una sana dialettica bilaterale, per la legalità e per il rispetto e il coinvolgimento partecipato di tutti i portatori d’interesse.
Cordiali saluti.

Roma, 30 ottobre 2012

Giuseppe Gallo
(Segretario Generale Fiba Cisl)

Numero di addetti

<strong>Numeri sulla dimensione dell’organizzazione</strong>
90mila iscritti.

Indirizzo

Via Modena 5

Città

Roma

Provincia

Roma

Sito web

http://www.fiba.it/