Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
aipec
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
Banca Etica
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Prepararsi al Futuro
per le Scuole Superiori

Il percorso formativo Prepararsi al Futuro per le scuole
superiori avvicina i ragazzi ai temi della nuova economia e
dello sviluppo sostenibile presentandoli come opportunità per
costruire proattivamente il proprio futuro.

Perché partecipare

I laboratori sono strutturati per acquisire agli studenti le basi dell’economia civile e della progettazione sociale. I contenuti introducono i concetti fondamentali degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Onu, i vincoli e le opportunità che i giovani potranno utilizzare per strutturare il proprio percorso di studi o di lavoro.
Il percorso può essere accreditato come progetto interno di Alternanza Scuola-Lavoro, ha una durata complessiva di 15 ore. Durante le ore in classe, gli studenti incontreranno esperti di sostenibilità e imprenditori che ogni giorno mettono in pratica l’economia civile.

Grazie alla convenzione gratuita, potrete accreditare le ore di questo percorso come programma PCTO o inserire un percorso più lungo nei piani PON. Durante i laboratori in aula, gli studenti potranno incontrare i protagonisti delle Buone Pratiche del proprio territorio, tra i quali imprenditori sociali, cooperatori e cittadini attivi nel campo della sostenibilità.

Metodologia

Il metodo utilizzato è quello del learning-by-doing, che permette agli studenti di analizzare il contesto in cui vivono, rilevarne problemi e bisogni, proporre una soluzione innovativa e sostenibile e passare da subito all’azione, misurandone i risultati! Lo strumento è quello del Business Model Canvas di Nuova Economia, messo a punto da NeXt. Questo strumento visuale – già utilizzato in altre sue varianti dai business manager di tutto il mondo – è efficace per focalizzare il progetto in modo diretto, semplicemente seguendo passo-passo le domande in esso contenuto. Con il Canvas di Nuova Economia gli studenti impareranno a utilizzare uno strumento universale di progettazione, che è stato collegato con i principali riferimenti ed indicatori sulla sostenibilità, a livello nazionale e internazionale, come i domini del BES – Benessere Equo e Sostenibile dell’Istat e gli Obiettivi Globali di Sviluppo Sostenibile presenti nell’Agenda 2030 dell’ONU.