Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
aipec
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
Banca Etica
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
First Social Life ETS
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Marco Vigano
Movimento consumatori
Opera Torinese del Murialdo
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Festival Nazionale dell’Economia Civile

Si tiene a Firenze l’appuntamento con l’Economia Civile!

Nato da una idea di Federcasse, l’Associazione nazionale delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, promosso insieme a Confcooperative, organizzato e progettato con NeXt Nuova Economia Per Tutti e SEC Scuola di Economia Civile, e con il contributo di Fondosviluppo, il Festival ha l’obiettivo di rendere concreti e connessi i modelli di sviluppo sostenibile in Italia. Tendendo ad una nuova ibridazione che valorizza il pluralismo delle forme giuridiche e dei soggetti coinvolti, delle strategie e dei comportamenti adottati, ispirati al “bene comune”, capaci di affermare la centralità della persona e il valore del lavoro come luogo di realizzazione delle più profonde aspirazioni umane.

La Carta di Firenze

Lanciata in occasione della seconda edizione del Festival, la Carta di Firenze vuole essere un punto di riferimenti per tutti i cittadini, esperti, organizzazioni, imprese e enti locali che ogni giorno si impegnano nella costruzione di un’economia più attenta alle persone e alle comunità.

Tutti possono sottoscrivere la Carta e dare il proprio contributo per una società più solidale e inclusiva.

La seconda edizione

Si è svolta a Firenze dal 25 al 27 settembre 2020 la seconda edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile, un appuntamento importante in un periodo segnato dalla pandemia da Covid-19, per proporre un modello di economia più vicino alle persone.

Ospiti, buone pratiche, ricercatori e organizzazioni hanno presentato progetti e iniziative e lavorato insieme per rispondere alle crescenti inefficienze e diseguaglianze che si stanno manifestando con particolare evidenza in questi mesi.