fbpx
Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
aipec
Altromercato
AOI Cooperazione
Arci
Banca Etica
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First Social Life
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Lidia Di Vece
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

CERIS
Comunità Energetiche Rinnovabili
a Impatto Sociale

Progettare e valutare l’impatto delle Comunità

NeXt Economia mette a disposizione di enti pubblici e privati la progettazione, la creazione e la valutazione d’impatto multidimensionale delle Comunità necessarie per avviare le CERIS – Comunità Energetiche Rinnovabili a Impatto Sociale

Il nostro team di esperti, in sinergia con i nostri strumenti di co-programmazione e co-progettazione, realizzerà un progetto energetico personalizzato sulle necessità del territorio in cui verrà realizzata la CERIS.

Il nostro percorso creerà un’infrastruttura sociale permanente che rimarrà a disposizione di tutta la Comunità coinvolta!

Le comunità energetiche sono una delle risposte più importanti all’emergenza climatica e non solo. Esse promuovono una modalità nuova di produzione di energia diffusa, dal basso e partecipata che stimola democrazia economica, partecipazione, costruzione di legami comunitari con un potenziale importante di riduzione dei costi dell’energia per famiglie, imprese, amministrazioni locali.
Le comunità energetiche ci aiutano a fare un passo avanti in direzione di quell’indipendenza e sovranità energetica e “de-strategicizzano” l’energia trasformandola da luogo di concentrazione di poteri che nella storia ha spesso scatenato conflitti a strumento di pace.

Leonardo Becchetti (Co-fondatore NeXt Economia)

I benefici derivanti dalla creazione di una Comunità Energetica: 


Riduzione dei costi in bolletta fino al 25% per le utenze domestiche e condominiali e fino al 20% della spesa energetica di piccole e medie imprese, scuole, distretti artigiani e altro.


Rilancio delle attività imprenditoriali in sinergia con le istituzioni pubbliche, attraverso gli incentivi messi a disposizione a livello nazionale.


Sviluppo di politiche di autoproduzione energetica per migliorare la qualità della vita degli appartenenti

Il nostro metodo di lavoro:

1. Creazione di una infrastruttura sociale di base attraverso il network di NeXt e la messa in rete di Enti del Terzo Settore, Imprese Sociali, Comuni e altre organizzazioni locali e nazionali

2. Organizzazione degli incontri con la Comunità per la co-programmazione e la co-progettazione delle attività della CERIS

3. Stesura del Patto di Rete® e di Comunità e dell’idea di sviluppo della CERIS

4. Creazione di una filiera produttiva, culturale e lavorativa a sostegno dell’identità della Comunità (valorizzando l’impegno già messo in campo sulle CER da Confcooperative e Federcasse)

5. Valutazione dell’impatto sociale e ambientale della Comunità Energetica da utilizzare nella reportistica di enti pubblici e privati

I numeri per un futuro all’insegna delle CER entro il 2030: 

19000

I posti di lavoro che verranno creati grazie alle Comunità Energetiche

2,2 miliardi di euro

Il valore aggiunto generabile per la filiera delle energie rinnovabili

47,1 milioni

i consumi in tonnellate di CO2 risparmiata

Fare Comunità non è mai stato così semplice

 

Vuoi maggiori informazioni?

Compila il form per essere ricontattato senza impegno e potrai fare un’autovalutazione dell’autoconsumo e della Rete nel tuo territorio