Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
aipec
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Ebbene
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Economia Civile e supporto alla legalità

30 Dic. 2019

Dopo la maxi-operazione del Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, anche il mondo del Terzo Settore si esprime a favore della lotta alla criminalità organizzata

Roma, 30 dicembre 2019 – La rete di NeXt sostiene da sempre la lotta alla criminalità organizzata ed esprime piena solidarietà e sostegno sia al PM Nicola Gratteri che alle Forze dell’Ordine e a tutti quei cittadini, sindaci e amministratori che lavorano da anni per contrastare l’illegalità e la corruzione.

La dichiarazione del co-fondatore della rete NeXt, Leonardo Becchetti: “Gli studi mondiali sulla felicità sottolineano concordemente l’importanza delle condizioni di contesto locale, per la ricchezza di senso e la fioritura della vita umana. Lo sviluppo sociale ed economico di un territorio – continua Becchetti – dipende in modo cruciale dalla libertà di iniziativa, dall’assenza dei lacci della corruzione e della criminalità organizzata. Per questo, il lavoro sul campo di Nicola Gratteri è di massima importanza e fondamentale il suo esempio. L’Economia Civile sottolinea come il cambiamento virtuoso – sociale ed economico – in società complesse come le nostre, non può non nascere dall’interazione tra quattro forze (mercato, istituzioni, cittadinanza attiva, imprese responsabili). Si tratta – conclude il docente di Tor Vergata – di una consapevolezza ormai acquisita anche dal pensiero mainstream anglosassone (si veda il recente contributo di Rajan con il suo terzo pilastro comunitario) e dalle istituzioni internazionali (l’obiettivo 17 della “partnership per lo sviluppo” nei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite). Per questo motivo è essenziale che le reti delle società civile siano vicine a Nicola Gratteri e al suo staff, nel loro impegno per rendere il Mezzogiorno una terra di pari opportunità, libera da quei condizionamenti e quei vincoli che sinora ne hanno tarpato generatività e potenzialità”.

La lotta all’illegalità, che i tratti di Mafia, ‘Ndrangheta, Camorra o qualsiasi altra forma di criminalità colpisca le nostre terre, deve essere preso come impegno da parte di tutti, i cittadini in primis. Siamo noi che quotidianamente possiamo effettuare scelte che contrastino questi fenomeni. Sempre noi che possiamo decidere se “chiudere un occhio” o denunciare. 

La Calabria, a dicembre,  ha fatto una scelta e ha risposto prontamente, organizzando una manifestazione “dal basso” contro la criminalità organizzata, scendendo in piazza a Vibo Valentia ed esprimendo civilmente la propria solidarietà sociale verso Gratteri e tutti coloro che come lui si sono presi la responsabilità di combattere con i giusti strumenti questo fenomeno fortemente esteso in Italia, come in tutto il Mondo.

L’Economia deve essere Civile, fondata sulla giustizia e le virtù, ma per concretizzarsi è necessaria l’azione di tutti noi, che con forza possiamo supportare le azioni positive di grandi donne e uomini italiani. Dare un forte segnale di generatività sociale, attraverso un reale coordinamento contro manifestazioni di illegalità organizzate, dannose e nocive  per tutto il nostro Paese.