Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCID
UIL -Unione Italiana del Lavoro
Unitelma Sapienza
Vita

Prepararsi al Futuro, da Ferrara verso Firenze

19 Feb. 2019

Il racconto del percorso realizzato dagli alunni dell’Istituto Superiore G. Carducci di Ferrara sui temi dell’economia civile e dello sviluppo sostenibile: partecipazione, senso civico e idee progettuali che nascono ingaggiando gli studenti a proporre iniziative per rispondere ai bisogni del territorio che sentono più vicini.

Il nostro Istituto protagonista di un’iniziativa volta al benessere di alunni e docenti
Progetto Next per una scuola più verde
Incontri, laboratori e attività di cittadinanza attiva

a cura di Sofia Goberti, classe 3H

Sabato 2 febbraio 2019, all’interno dell’auditorium del Liceo Carducci di Ferrara, si è tenuto l’incontro “Il Parco della scuola” . Questo evento è stato il momento conclusivo di un laboratorio di Alternanza Scuola Lavoro organizzato dall’associazione Next – Nuova Economia Per Tutti, svolto con due classi dell’istituto, la 3H e la 3A dell’opzione economico-sociale (L.E.S.).

Nella prima parte del progetto ci si è occupati di fare un’analisi dei bisogni degli studenti, che si sono rivelati essere molteplici, come avere più tablet e computer da utilizzare in attività didattiche, un’area ristoro fuori dalla scuola per mangiare e riposarsi prima dei progetti pomeridiani, l’intervallo più lungo o duplicato durante la mattinata e la possibilità di utilizzare il giardino durante la ricreazione e nei momenti liberi.
Quest’ultimo punto, in particolare, è ciò che vuole la maggioranza degli studenti e si collega bene con un progetto avviato da poco da alcuni studenti della classe 5B, che consiste nella pulizia e risistemazione del giardino del liceo Carducci, per renderlo fruibile da tutti gli studenti e professori (progetto Green School).

Le classi del LES si sono impegnate nel cercare sponsor, finanziamenti e fare pubblicità a questo progetto,e le attività sono culminate con la programmazione e la realizzazione dell’evento “Il Parco della Scuola”. Il tema dell’incontro sono stati i beni comuni ovvero quei beni che appartengono alla collettività e che possono essere utilizzati da tutti e che appartengono a tutti.
Sono stati ospiti dell’incontro alcuni esponenti dell’Urban Center del Comune di Ferrara, che hanno spiegato cosa sono i beni comuni e come in questi anni si siano impegnati a far emergere e connettere le diverse realtà di cittadinanza attiva che se ne occupano, creando una rete fra le parti, per una sempre maggiore cooperazione e un responsabile impegno civico. Hanno inoltre posto particolare attenzione nello spiegare che la voglia di fare e il desiderio sono le forze scatenanti di tutti i progetti.

Tra tutte le comunità di cittadinanza attiva era presente un membro del comitato “Via Zemola”, un gruppo di vicini nato per riportare la via del centro storico in cui abitano al suo splendore originale, senza trascuratezza e sporcizia. La forza di queste persone è stata la volontà e il desiderio di farcela, che le hanno portate a mettersi in gioco – anche con l’aiuto di Urban Center – per realizzare i propri obiettivi.
Sono intervenuti anche altri cittadini membri della Cooperativa di Cittadinanza attiva di Barco – la prima cooperativa cittadina in Italia – che hanno parlato della loro esperienza di ridare vita a un parco abbandonato, ora grazie a loro di nuovo utilizzabile e fruibile dalle scuole del quartiere. Hanno detto inoltre di essere interessati al progetto degli studenti del Carducci e si sono resi disponibili per aiutare e collaborare.

Sono state presentate anche le esperienze di due studenti “attivi”: Laura e Alessandro della classe 4B.
Questi studenti hanno esposto il loro progetto di alternanza scuola-lavoro dal titolo “Siepilandia”, svolto in collaborazione con l’associazione Orti Condivisi, che li ha visti insegnare ai bambini della scuola elementare Mosti la piantumazione di una siepe nel loro giardino, per migliorarlo e renderlo una barriera naturale da smog e stress cittadino. Il progetto andrà avanti piantando nello stesso giardino anche erbe aromatiche.

L’ultimo intervento dell’incontro è stato quello di Matteo e Nicolò – tra i protagonisti del progetto Green School – che hanno presentato dettagliatamente il loro obiettivo finale: risistemare il giardino del nostro Istituto con l’aiuto degli altri studenti. Lo scopo della giornata è stato favorire questa iniziativa e far sì che al gruppo di studenti che in dicembre si era trovato per iniziare l’opera, se ne aggiungano altri e che si trovino sponsor e fondi per gli attrezzi e per il materiale di consumo, come terra o sementi.