Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCI
UCID
Unitelma Sapienza
Vita

Premio PEFC e Legambiente Comunità forestali sostenibili 2018

29 Nov. 2018

La Società Cooperativa Agricola Valli Unite del Canavese riceve la menzione speciale Nuova Economia per la Montagna di NeXt

La seconda edizione del premio promosso da PEFC e Legambiente ha raccolto progetti di qualità e con un grande impatto sociale, che riescono a valorizzare una risorsa tanto preziosa quanto delicata come la foresta e inserirla a pieno titolo tra i volani di ripresa di territori spesso periferici come quelli montani. “Sono arrivati progetti e attività che, pur sviluppati in un contesto che dispone di pochi strumenti” spiega Valentino Bobbio, segretario Generale di NeXt alla consegna del premio “evidenziano l’impegno delle forze più attive e creative del territorio ad unire la tutela del patrimonio forestale, tramite una gestione attenta e responsabile, con iniziative di sviluppo locale che creino occupazione e generino reddito, frenando così lo spopolamento delle nostre montagne”.

In particolare, la Menzione speciale Nuova Economia della Montagna, assegnata da NeXt, si è posta l’obiettivo di valorizzare esperienze virtuose realizzate da comunità/organizzazioni/aziende che uniscono la gestione responsabile del patrimonio forestale (salvaguardando la biodiversità) alla valorizzazione e allo sviluppo della filiera in una logica economica equilibrata, offrendo nuove opportunità di sviluppo locale e di occupazione per la popolazione del territorio.

Si è distinta sotto questi punti di vista la Società Cooperativa Agricola Valli Unite del Canavese che con il suo progetto ha integrato professionalità presenti sul territorio con le necessità di gestione aziendale attenta alla tutela del patrimonio forestale con positive ricadute sull’occupazione locale e sul contrasto al dissesto idrogeologico, grazie alle competenze dei dottori forestali.

I criteri di valutazione per l’attribuzione della Menzione hanno riguardato:
1. la valorizzazione sostenibile e responsabile del patrimonio forestale,
2. l’impatto di salvaguardia dal dissesto idrogeologico,
3. l’innovazione per lo sviluppo territoriale, attivando una filiera locale che consenta la
crescita di una gamma più ampia di professionalità,
4. lo sviluppo occupazione dovuto all’esperienza/ progetto.