Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCI
UCID
Unitelma Sapienza
Vita

Giornata Nazionale SlotMob di Taranto – 7 maggio

4 Mag. 2016

Locandina della Giornata Nazionale SlotMob di Taranto - 7 maggioIl 7 maggio è la Giornata Nazionale dello SlotMob.
Taranto si è unita ad altre 50 città italiane
e ad altrettanti sedi locali del movimento contro il gioco d’azzardo, per premiare gli esercizi commerciali che hanno eliminato le slot e altre forme di gioco d’azzardo dai propri locali.

La città pugliese e l’economia civile saranno protagoniste per l’intera giornata dando vita alla  prima edizione della Festa dell’Economia Civile, organizzata dal Centro di Cultura Lazzati e dall’Accademia Mediterranea di Economia Civile in collaborazione con NeXt , numerose organizzazioni locali e il coinvolgimento degli Istituti Superiori  Battaglini, Pitagora, Quinto Ennio-Ferraris di Taranto ed Einaudi e De Sanctis di Manduria coinvolti nel percorso di sostenibilità con il progetto Prepararsi al Futuro e il patrocinio del Comune di Taranto, Camera di Commercio di Taranto, ASL – Dipartimento dipendenze patologiche e con il sostegno di Banca di Taranto e Subfor Taranto.

L’evento di oggi è un segnale di nuovo inizio, un cambiamento che dal basso si realizza attraverso il premio dei cittadini alle imprese che producono valore sociale e ambientale nel territorio tarantino.

La Giornata Nazionale SlotMob di Taranto è il primo momento di sensibilizzazione e mobilitazione dei cittadini pugliesi nei confronti di un nuovo paradigma economico, che comprende l’inclusione sociale, la sostenibilità ambientale, la tutela della salute umana, l’informazione critica e l’azione concreta di ciascuno.
È la nascita ufficiale del primo GLSGruppo di Sostenibilità Locale di Taranto.
È la premiazione ufficiale dei progetti scaturiti dai Laboratori Prepararsi al Futuro organizzati per gli studenti di Taranto e Manduria.

Non si gioca d’azzardo con la Nuova Economia! La collaborazione libera energie positive e mette in campo Terzo Settore, Scuola, Imprese e Cittadini in un’azione di acquisto responsabile che premia le attività commerciali e produttive etiche e “pulite”.

Obiettivi primari della Giornata Nazionale SlotMob di Taranto sono la promozione delle filiere produttive buone, etiche, sostenibili, nate dallo spirito imprenditoriale dei tarantini e la sinergia delle reti sociali territoriali che stanno agendo concretamente per una rinascita che riscatti il bene comune e la salute umana e ambientale.

Da questo obiettivo la nascita del GLS e del Manifesto X una Nuova Economia promosso da NeXt, dal Centro di Cultura “Lazzati” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Taranto e dall’Accademia Mediterranea di Economia Civile (A.M.E.C.). Le organizzazioni sociali, i cittadini, gli studenti e le imprese hanno condiviso 7 intenti comuni, che hanno fatto da fondamenta al Manifesto.

  • Sensibilizzazione della popolazione su agricoltura civile, spreco alimentare, acqua.
  • Riduzione dell’impatto ambientale, come miglioramento del benessere individuale e comune.
  • Diffusione della cultura dello scambio di beni e servizi, sviluppando la cultura delle reti d’impresa.
  • Promozione della cultura del turismo responsabile e accessibile, per diversificare l’offerta turistica locale, da quella più votata al consumo irresponsabile e al divertimento a ogni costo sviluppata in altre aree della Puglia.
  • Riappropriazione dei beni comuni, tutelando gli ecosistemi urbani e naturali e quindi la salute umana.
  • Ricerca e creazione di azioni di responsabilità quotidiane da condividere, per un miglioramento collettivo del benessere.
  • Rivalutazione dei “mestieri del mare” e delle risorse marine.

 

Per il programma completo della giornata
Maggiori informazioni su AMEC – Accademia Mediterranea dell’Economia Civile