Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCI
UCID
Unitelma Sapienza
Vita

L’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo prende forma

24 Mar. 2016

noneungiocoLo scorso giovedì con Decreto del Ministero della salute è stato reso noto l’elenco degli esperti che prenderanno parte all’Osservatorio “per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave” che avrà come compito quello di monitorare lo sviluppo del fenomeno, valutare l’efficacia delle politiche di contrasto e delle attività di cura e di prevenzione scelte e definire le linee di azioni future.
Tra le nomine dirette del Ministro Lorenzin spicca quella dell’Avv. Marco Polizzi, Presidente dell’associazione Primoconsumo, da diversi anni impegnata nella lotta contro le dipendenze da gioco.

Il Ministro ha scelto il Presidente di Primoconsumo tra gli “esperti di comprovata esperienza nel settore della dipendenza” che andranno ad affiancare funzionari e figure istituzionali nel lavoro di contrasto al fenomeno della ludopatia, di cui si avverte, sempre più forte, l’urgenza di un intervento efficace e su più fronti.
L’associazione di cui l’Avv. Polizzi è il massimo rappresentante, infatti, è da anni attiva sui territori, attraverso attività di consulenza e sportelli d’ascolto rivolti, ed è inoltre impegnata in prima linea nelle campagne di sensibilizzazione contro i rischi connessi al gioco d’azzardo.

Più volte, infatti, lo stesso Presidente ha dichiarato come sia possibile combattere la ludopatia “facendo un lavoro direttamente sul territorio […] aiutando coloro che sono passati da un rapporto ludico a quello ossessivo con il gioco. É possibile infatti mettere in campo iniziative che coinvolgono rappresentanti delle istituzioni, addetti al settore gioco, associazioni operanti nel settore, movimenti e la cittadinanza tutta per rendere operativo l’obiettivo della tutela del cittadino dalla dipendenza dal gioco e per sensibilizzare le istituzioni e la società al riconoscimento dei diritti delle persone che vivono l’esperienza di questa malattia sociale”.

Ci auguriamo che l’inizio dei lavori dell’Osservatorio, previsto per il prossimo 13 Aprile, possa essere l’occasione per rilanciare la campagna per l’istituzione di una Giornata nazionale di informazione e formazione sul gioco d’azzardo patologico, di cui Primoconsumo si è fatta promotrice attraverso la petizione lanciata su Change.Org GameOver

L’auspicio, come Primoconsumo, è che venga istituita per il 13 Settembre la Giornata nazionale contro il gioco d’azzardo patologico, affinché tale ricorrenza rappresenti l’occasione di incontro e confronto sul tema, attraverso iniziative sul territorio, tra operatori del settore, associazioni di volontariato e del terzo settore, esperti, movimenti di cittadini e rappresentanti delle istituzioni.

É necessario, infatti, che la tutela del cittadino, così come sancito dai diritti costituzionali, passi attraverso la possibilità di informazione e prevenzione dei rischi connessi alla diffusione di una vera e propria patologia che oggi rappresenta la causa di profonde sofferenze per l’individuo e per le famiglie coinvolte.
Sarebbe auspicabile che le organizzazioni coinvolte nell’Osservatorio si unissero per raggiungere lo scopo dell’Istituzione di una Giornata Nazionale fuori dal Palazzo.

Maggiori informazioni sulla petizione lanciata per l’istituzione della Giornata Nazionale contro il gioco d’azzardo sul sito di Primo Consumo.