Acli
Adiconsum
Adige
Adoc
Altromercato
Anima
AOI Cooperazione
Arci
CGIL
Cisl
Cittadinanzattiva
Confcooperative
CSVnet
Cvx
Earth Day Italia
Economia e Felicita
ERShub
Fairtrade Italia
Federcasse
Federconsumatori
Fim - Cisl
First
Flaei
Fondazione Bruno Visentini
Fondazione Lanza
Fondazione Sodalitas
Forum Nazionale del Terzo Settore
Impronta Etica
Istituto Maria Ausiliatrice
Kyoto Club
Legacoop
LEGAMBIENTE NAZIONALE
Movimento consumatori
PEFC Italia
Tor vergata
Transparency International
UCI
UCID
Unitelma Sapienza
Vita

Fairtrade, nuovo record per l’impatto del commercio equo. Superata per la prima volta la somma di 100 milioni di euro di premio aggiuntivo per i produttori agricoli

4 Mar. 2016

Fairtrade ha pubblicato la settima edizione del report annuale “Monitoring the scope and the benefits of Fairtrade”, la fotografia più ampia e dettagliata a disposizione sull’impatto per i produttori agricoli del circuito delcommercio equo certificato, relativa all’anno 2014.

Frutto dell’attività di monitoraggio e valutazione interna a Fairtrade International, il report parla di 1,65 milioni di agricoltori, lavoratori e produttori parte del sistema (+9% di nuovi produttori rispetto all’anno precedente, in prevalenza in Africa e Medio Oriente) che insieme generano un fatturato annuale di oltre 900 milioni di euro (+1%).

Il Fairtrade Premium, ovvero il margine di guadagno aggiuntivo da investire in progetti di sviluppo sociale ed economico, ha superato per la prima volta i 100 milioni di euro, che sono stati impiegati dagli stessi produttori in programmi di educazione, assistenza sanitaria e miglioramenti tecnici e infrastrutturali.

Al di là dei successi economici relativi ai dati di vendita in continua crescita, è l’impatto sulla vita dei piccoli produttori e sulle loro comunità l’obiettivo primario del lavoro di Fairtrade. “Il report fornisce un quadroglobale dettagliato di cosa è oggi Fairtrade e dimostra chiaramente come il nostro lavoro – e quello di molti altri operatori del commercio equo – debba crescere ulteriormente e intensificarsi, al fine di generare un impatto sempre maggiore in futuro” afferma Marike de Peña, presidente di Fairtrade International.

A livello mondiale il fatturato 2014 dei prodotti del commercio equo si è chiuso con un + 1% rispetto al 2013 –con il comparto delle banane che ha ottenuto risultati migliori – registrando una crescita dei ricavi pari al 18%. La maggior parte degli agricoltori Fairtrade – l’80% – lavora su terreni agricoli grandi 1.4 ettari.

“Il merito di questo report è quello di mostrarci dove stiamo ottenendo buoni risultati e quali sono le sfide da individuare e superare.” Dice Arisbe Mendoza, Monitoring Evaluation and Learning manager di Fairtrade.

‘Monitoring the Scope and Benefits of Fairtrade’ offre una panoramica sul mondo Fairtrade e fornisce un quadro relativo alle varie aree produttive, raccontando le esperienze di produttori e lavoratori delle filiere certificate Fairtrade.

Il report (solo in lingua inglese) è disponibile in versione integrale su www.fairtrade.net/impact.