Questionario San Benedetto

San Benedetto ha realizzato

96 punti!

La sostenibilità è uno dei fattori critici di successo dell’azienda, che può senz’altro rientrare fra i casi di eccellenza in Italia.

 

Il questionario che Next propone gratuitamente alle aziende che compiono un percorso verso la sostenibilità è un sistema di autovalutazione motivata che mira a scoprire e promuovere i comportamenti virtuosi adottati dalle imprese nei confronti di dipendenti, consumatori, fornitori, dell’ambiente e della società civile più in generale. Le domande proposte non vogliono essere esaustive di tutte le azioni possibili e attuabili e danno per scontate una serie di norme civili e fiscali, alle quali ciascuna azienda nel Mondo dovrebbe adempiere.

Per supportare le proprie risposte, l’azienda non solo potrà fare riferimento a documenti aziendali,  progetti in corso o già realizzati, ma anche effettuare un’autovalutazione motivata del proprio percorso. Infatti, nessuna azienda è mai del tutto sostenibile, ma l’importante è seguire un percorso di miglioramento continuo, consapevole e propositivo: il questionario evidenzia le aree dove già si opera bene e quelle su cui l’azienda può ancora lavorare. 

L’autovalutazione motivata proposta alle imprese è uno strumento di apertura, fiducia ma anche di validazione ex post dei cittadini che si fonda sulla volontà di un’azienda di arricchirsi di nuovi contenuti etici e sostenibili e che ha intuito e sperimentato la forza dei consum-attori: il voto col portafoglio. Rispondere alle domande motivandole, per l’azienda significa soprattutto miglioramento continuo. Spiegare gli step già compiuti, i traguardi raggiunti, ma anche riflettere su quanto ancora è possibile attuare nelle proprie politiche interne ed esterne di gestione sostenibile.

Cosa indica il punteggio?

1

= totale disaccordo o “per niente”

2

= parziale disaccordo o “poco”

3

= sufficientemente d’accordo

4

= d’accordo o “molto”

5

= totalmente d’accordo o “moltissimo”

 

 

L’azienda e il governo dell’organizzazione

L’azienda possiede un sistema di governo dove è presente l’attenzione al coinvolgimento dei diversi stakeholder.
3

L’azienda ha stabilito criteri per contenere al suo interno la differenza tra la retribuzione minima e massima.
5

L’azienda applica pari opportunità (donne, minoranze, soggetti non più giovani usciti dal lavoro che desiderano reinserirvisi, altri soggetti svantaggiati) nel reclutamento del personale.
4

L’azienda garantisce e applica pari opportunità nell’accesso ai ruoli direttivi e gestionali dell’azienda.
4

Le persone e l’ambiente di lavoro

L’azienda possiede strumenti di dialogo e di relazione con i lavoratori (come supporto fondamentale ed alimento di pratiche che possono aumentare la loro dignità, creatività e partecipazione).
5

Il clima aziendale è improntato a valori quali stima reciproca, rispetto, solidarietà.
4

L’azienda possiede un sistema di conciliazione tempi di vita / lavoro.
3

I rapporti con i clienti

L’azienda ha attivato strumenti di ascolto, dialogo e relazione con i clienti e/o consumatori finali come supporto fondamentale ed alimento di pratiche che possono aumentare la loro soddisfazione (CRM).
4

Sono stati istituiti canali Web 2.0 per la trasparenza e il dialogo con il cliente (es. Forum, blog, pagine Facebook, Twitter, etc.).
4

Vi sono sistemi di informazione ai clienti sui criteri di scelta della catena di fornitura e sulle caratteristiche dei componenti e dei prodotti.
3

L’azienda considera e utilizza i clienti quale base per l’innovazione (partnership con i clienti e coprogettazione di prodotti e servizi).
5

La catena di fornitura

L’azienda ha attivato procedure relative alla scelta dei fornitori basate anche sulla sostenibilità economica e socio-ambientale, con particolare riferimento a criteri di legalità, anticorruzione e lotta allo sfruttamento del lavoro.
5

L’azienda effettua approvvigionamenti con criteri di fair trade (pagamento del prezzo giusto, equo e solidale, dei beni e servizi ai fornitori, anche nel rispetto dell’ambiente).
5

L’azienda fa il possibile per garantire una tempistica corretta nel pagamento dei fornitori.
5

L’azienda acquista non solo sulla base del prezzo, ma anche tenendo conto della qualità intesa dal punto vista sociale e ambientale (green procurement, inserimento di criteri qualitativi sociali e ambientali negli appalti, ecc.)
4

L’azienda verifica l’applicazione dei criteri di sostenibilità sociale ed ambientale da parte dei propri fornitori.
5

I comportamenti verso l’ambiente naturale

L’azienda ha attivato politiche responsabili per la gestione delle emissioni inquinanti e degli scarti/rifiuti.
5

L’azienda ha un piano di miglioramento con target quantitativi in materia di riduzione del suo impatto ambientale.
5

L’azienda effettua la progettazione dei prodotti in funzione del riciclo ed utilizza materiali riciclati.
5

I comportamenti verso la comunità locale

L’azienda ha un piano di valutazione e di miglioramento della soddisfazione dei propri stakeholder.
3

L’azienda mantiene un dialogo costante con le Istituzioni locali, le associazioni e gli altri portatori di interesse.
5

L’azienda partecipa e supporta le politiche di sviluppo territoriale.
5