L'immagine simbolo del movimento Slot Mob, perché un bar senza slot ha più posto per le persone

Slot Mob

Gli Slot Mob sono nati per aumentare la consapevolezza dei cittadini su un fenomeno preoccupante che sta prendendo sempre più piede in Italia: il gioco d’azzardo con slot machine, scommesse e gratta e vinci.

Oggi il gioco d’azzardo è un business milionario che sta creando sempre più dipendenza e povertà nelle fasce sociali più deboli, dove molte famiglie si ritrovano sul lastrico, si riempiono i centri di cura delle ASL per il gioco patologico, si arricchiscono le multinazionali del gioco d’azzardo e si crea un terreno fertile per l’azione della criminalità organizzata.

Lo Slot Mob vuole riconoscere e segnalare tutti quei bar e locali che hanno scelto di non stare più a questo gioco e di togliere le slotmachine, organizzando momenti di sensibilizzazione con i cittadini del quartiere che culminano con una colazione o un aperitivo nel locale segnalato.

Se tutti insieme sosteniamo gli esercizi commerciali che portano avanti questa scelta rinunciando a una parte importante di incassi, possiamo aiutare anche altri locali a fare lo stesso.

7 maggio 2016 – Giornata nazionale dello Slot Mob

La Giornata Nazionale dello Slot Mob è stata indetta in tutte le piazze d’Italia per sabato 7 maggio!
Tutti i bar della rete Slot Mob, i cittadini, le associazioni attive sul territorio daranno il loro contributo per dire no all’azzardo e premiare insieme tutti gli esercizi che hanno deciso di dire no alla moderna piaga delle slot machine.

I numeri della dipendenza da gioco d’azzardo sono impressionanti e salgono sempre più, senza che nessuno si ponga il problema. Questo è il momento giusto per farlo, per renderci conto del problema come cittadini e premiare con le nostre scelte di consumo tutti quegli imprenditori che a questo perfido gioco non ci stanno più.
E far sentire la nostra voce.

La presenza “invasiva, ossessiva e crescente dell’azzardo in Italia è un fenomeno sfuggito dalle mani di un apprendista stregone. Come un moderno Robin Hood alla rovescia, accumula ricchezze togliendo ai più bisognosi“. Una presenza che “devasta il tessuto sociale delle nostre comunità fino a divorare l’esistenza di persone e famiglie alle prese con la più grave crisi economica del dopoguerra. Produce una cultura che mina gravemente il bene comune e il tentativo di una ripresa economica perché infonde nelle menti dei cittadini l’idea che la ricchezza non nasce dal lavoro e dal legame solidale ma è un regalo capriccioso della dea fortuna”.

Inizia così il Manifesto per un Democrazia Economica che il Movimento Slot Mob presentato alla Camera dei Deputati il 12 aprile nella conferenza stampa di lancio della Giornata Nazionale dello Slot mob.